Neve : potrebbe nevicare anche in pianura ?

Dove cadrà la neve ?

Ben ritrovati Amici. Come già scritto nell’articolo precedente, questa mattina sta facendo parecchio freddo sulla nostra Regione. Complice il vortice di bassa pressione che permette l’afflusso d’aria fredda ma, in particolare, i rasserenamenti che hanno interessato gran parte della Regione nel corso della nottata. Le notti sereni permettono al calore presente al suolo di disperdersi molto rapidamente con il conseguente maggior raffreddamento degli strati bassi. Anche in quota le temperature sono abbastanza rigide ma fino alla media quota non si discostano di molto dalle temperature presenti al piano. E questo è già un fattore che indica un possibile e futuro, seppur moderato, aumento delle temperature in pianura. Già in queste ore infatti, le temperature si stano allontanando dai valori prossimi allo zero registrati all’alba. Dunque, nonostante la colonna d’aria sopra le nostre teste sia abbastanza omogenea, non crediamo sia possibile che la neve prevista nelle prossime ore in Appennino possa toccare anche le aree di pianura. Già in sede previsionale abbiamo parlato di nevicate possibili fino a quote collinari verso sera.

Precisazione e istruzione

Tengo tuttavia a precisare che queste sono situazioni spesso imprevedibili, situazione che richiedono massima attenzione per eventuali sviluppi “in corso d’opera”. A livello locale infatti, si possono creare sacche d’aria fredda che , in taluni casi, portano alla comparsa di fiocchi molto bagnati in mezzo alla pioggia. In altri casi, quando la temperatura prossima al suolo si avvicina allo zero, ma al di sopra dello strato freddo registriamo valori più alti, si possono verificare episodi di Graupel, fenomeno comunemente chiamato “neve tonda”. Da non confondere con il fenomeno del Gelicidio che avviene quando piove su un terreno ancora “gelato” con la conseguente formazione di strati di ghiaccio al suolo.

Stefano Ghetti