Week-end con freddo in intesificazione

NEL WEEKEND UN FRONTE FREDDO SPAZZERA’ VIA L’INQUINAMENTO E FARA’ DIMINUIRE LE TEMPERATURE.

E’ ormai un dato di fatto che siamo agli sgoccioli di questo lungo periodo anticiclonico, caratterizzato in una prima fase da temperature quasi estive ed in una seconda fase da nebbia, nubi basse ed inquinamento sulle pianure. Il cambiamento avverrà per merito di un fronte di aria fredda da Nord che già venerdì si appoggerà alle Alpi, per poi scavalcarle sabato. In termini di precipitazioni, sarà sabato il giorno in cui le piogge interesseranno l’Emilia Romagna, la bassa Lombardia, il Veneto e la Toscana: domenica il tempo migliorerà rapidamente e l’aria sarà finalmente pulita, a scapito però di temperature più basse. Nella fase finale del peggioramento, vale a dire nella notte tra sabato e domenica, le nevicate in Appennino potranno spingersi fin sui 700 – 800 metri di quota, localmente più in basso in caso di rovesci intensi.

Previsioni Emilia Romagna, Mantovano, Veronese e Bresciano.

Quello di venerdì sarà l’ultimo giorno in cui la Pianura Padana sarà ricoperta dallo strato di nubi basse mescolato alle nebbie; qualche parziale schiarita potrà presentarsi tra pomeriggio e sera. Spazi di sereno più importanti dovrebbero intervenire sulla Romagna, dove sempre tra pomeriggio e sera è previsto l’arrivo di correnti miti di Garbino. Da segnalare infine che in serata, ma ancor di più nella notte su sabato, si rinforzeranno sensibilmente i venti da Sud – Ovest sulla Romagna. Temperature stabili, tranne sulla Romagna dove sono previste in aumento. Ancora freddo umido in pianura.

Previsioni a cura di Stefano Ghetti e Alessandro Bruscagin